Una volta ho fatto un sogno molto realistico e insieme a me, in una stanza col mare sotto i piedi, avevo due doppiatori. Non ne distinguevo i corpi, ma ne sentivo le voci. “E fu così attento da non cadere” disse il primo di me, mentre il pavimento trasparente sotto di noi spariva, in un misto tra caduta libera e…