La cosa più brutta degli attacchi di panico, è la gente attorno a te. Ti guardano come un malato, ma non ti ritengono in malattia. Ti osservano come si osserva un piatto flambé: qualcosa che arde, e che può salvarsi solo se decide di spegnersi. Cioè, che tu, nel tuo stato, versi il tuo bicchiere d’acqua su ciò che hai…