Il presidente del consiglio Enrico Olivieri (Toni Servillo) si è stancato della sua vita, del suo partito e di come la gente lo tratti. Deciso a respirare di nuovo l’aria della vita senza fama e potere, torna da una sua vecchia conoscenza che abita ora in Francia, Danielle (Valeria Bruna Tedschi).
Per Enrico è una boccata d’aria pulita lontana da quel mondo che lo aveva portato a perdere il sorriso e il senso delle cose.
Il segretario del partito Bottini (Valerio Mastandrea) però, che aveva puntato molto sul presidente, non può fingere a lungo che quello del presidente sia soltanto un malore.
Imbattutosi nel libro “L’illusione di vivere” di Giovanni Ernani, il segretario viene a conoscenza che Enrico ha un parente, un gemello per l’esattezza, alla quale è molto affezionato. Potrebbe essere la chiave per arrivare a Enrico, ma il buon Giovanni, filosofo appena uscito dal manicomio, non è la persona adatta per farlo tornare, bensì per poterlo rimpiazzare.
Data l’estrema somiglianza, per Bottini è l’occasione giusta per guadagnare tempo, ma Giovanni, nella sua passata pazzia ha pescato le carte giuste per farsi acclamare dalla folla, data la sua semplicità e le sue interviste con cui riesce a toccare le anime delle persone, riuscendo a schernire i giornalisti di parte che provano a metterlo alle strette.
Giovanni è l’occasione di ripulire il partito, la politica e il paese, il tutto in uno scenario narrativo che tiene presente lo ying e lo yang che divide due fratelli poi non così diversi.

viva la libertà ballo.jpg

“Non aspettarti altra risposta oltre la tua”

Toni Servillo veste i panni di Enrico e Giovanni, presidenti diversi, ma gemelli dallo stesso viso e sofferenza simile. Se Enrico è depresso per la sua vita da uomo di potere, Giovanni ne è appena uscito, e riveste il ruolo del fratello, con una grazia che può avere solo un uomo buono, salito sul trono del paese per caso.
Roberto Andò, regista del film e autore del libro Il Trono Vuoto che ha ispirato il film, tiene conto del fattore umano desiderato dalle masse, ma anche del disperato stile di vita che un politico può assumere una volta entrato nel mondo dei palazzi. Gli uomini di potere non sono solo Berlusconi e Renzi, ma possono essere, come nel caso degli Olivieri, degli uomini fatti di trascorsi umani sopperiti da determinate scene di vita. Enrico rivede negli occhi di Danielle la vita che ha sempre desiderato: la figlia di Danielle lo adora, il marito è un regista importante e Danielle è sempre lei, così come l’aveva lasciata 25 anni prima.
Andò, dopo i primi 20 minuti necessari per far comprendere il dramma di Enrico e che ricordano Servillo nei panni de Il Divo di Paolo Sorrentino, si diverte con il suo Giovanni citando Brecht e Fellini in specifici inserti narrativi e inserisce la Merkel in un ballo privato con il presunto presidente del consiglio tenendo conto dell’esistenza di un mondo che va oltre il nostro tg. Questa scena, è la delicata carezza che serve per comprendere il disegno di un’Italia, un’Europa e un mondo politico, che hanno fallito nel momento in cui hanno disegnato la politica come un gioco figlio delle guerre degli anni scorsi, mediatiche e fatte da fucili, scostandosi e dimenticandosi, purtroppo, del mondo più importante: quello del polites, il cittadino.

viva-la-liberta

“Uno come lei lo voterei.”

Annunci

One comment

  1. Gran parte del merito del film llo si deve al doppio Servillo che sembra divertirsi nel tracciare differenze e somiglianze tra i due fratelli mai calcando la mano, spesso con sfumature morbide nello sguardo. Ando’ sembra dirci che solo attraverso la pazzia e la schiettezza la politica puo’ riconquistare l’animo della gente. Insomma un’impresa quasi disperata.
    ml

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...